Evangelizzazione

L’onda d’urto dell’Eucarestia

L’Eucarestia è un sacramento. Questo tutti lo sappiamo. Ma se è davvero Cristo che si dona a noi, come è possibile che una volta ricevuto non cambi la nostra esistenza concretamente portando l’ondata d’urto d’Amore di cui è presenza?! Troppo spesso andiamo a messa e sembra che non cambi nulla. Dove sta il gap? Nel sacramento o in coloro che lo ricevono? Cerchiamo insieme di approfondirne qualche aspetto perché se davvero viviamo l’Eucarestia come “comunione”, questa deve attuarsi nella nostra quotidianità!Nel più antico testo eucaristico a nostra disposizione, la 1Cor 10, 14-22, dove Paolo mette in contrasto la mensa del Signore e la mensa dei culti idolatrici. Il brano rileva i contenuti fondamentali dell’eucaristia: il carattere sacrificale, che si deduce dal fatto che i culti idolatrici erano banchetti sacrificali e la comunione col Signore per cui il pane-vino, concretizzando la presenza del Signore, permettono di entrare in comunione con lui. Nello stesso brano, Paolo richiama il significato ecclesiale dell’eucaristia sostenendo che attraverso il suo corpo  eucaristico il kyrios (Signore) compagina il suo corpo ecclesiale: Poiché c’è un solo pane, noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo; tutti infatti partecipiamo dell’unico pane (10,17).

1Cor 11,17-34, in cui è inserito il racconto dell’istituzione, presenta anche il modo in cui veniva celebrata l’eucaristia nella chiesa primitiva. Ma rileggiamoci questa pagina della prima lettera di Paolo ai Corinzi.

Il pasto in comune (agape) che faceva da contesto alla celebrazione serviva ad accrescere il legame di fraternità nell’assemblea ma è proprio questo significato di fraternità che Paolo vede frantumarsi per l’egoismo dei ricchi che mangiano e bevono le proprie sostanze senza curarsi dei poveri e per il formarsi di gruppi rivali che trasformavano la celebrazione  in occasione di controversie interne. La comunità di Corinto aveva trasformato l’eucaristia in un rito d’ingiustizia e di divisione ecclesiale. Poiché per Paolo questi due aspetti costituiscono l’ossatura teologica del sacramento, le sue parole di condanna sono particolarmente dure.

Se davvero viviamo l’Eucarestia come “comunione”, questa deve attuarsi nella nostra quotidianità!

Tags

Don Davide Banzato

Priest in international association "Nuovi Orizzonti" founded by Chiara Amirante. Also here I try to follow only Jesus

Può interessarti anche

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker