Evangelizzazione

S. Messa per l’anniversario di Chiara Corbella Petrillo, mamma eroica

Giovedì 13 Giugno 2013 alle 17.00 al Santuario Divino Amore sarà celebrata la S. Messa a un anno dalla salita in cielo di Chiara, mamma eroica, esempio straordinario di dolore e amore.

Presiederà Don Fabio Rosini. Seguirà un incontro con la testimonianza del marito Enrico, amico di Nuovi Orizzonti, dei familiari, di Padre Vito D’Amato e di altre persone che le sono state accanto. Chi desIdera partecipare è benvenuto. Per stimare il numero dei partecipanti, l’organizzazione prega di comunicare la propria presenza all’indirizzo
http://www.chiaracorbellapetrillo.it/adesione-13-giugno/.
Notizie più dettagliate verranno diffuse nei prossimi giorni sul sito
www.chiaracorbellapetrillo.it

testimonianza e bimboI sacerdoti che volessero concelebrare dovranno portare camice e stola.

________________________________

LEGGI L’ARTICOLO DI ELENA MARTELLI che l’anno scorso ha partecipato a funerali, una vera festa. Di seguito uno stralcio di questo prezioso racconto.

“Piccoli passi possibili” questo il motto francescano che Chiara ha preso come regola di vita e l’ha portata a mettere al mondo due bambini vissuti ciascuno nove mesi nel grembo di una madre che li ha amati sin dal loro primo essere e un padre che li accolti quali figli amatissimi e una volta venuti alla luce sono stati battezzati, coccolati e amati per altri indimenticabili 30 minuti, e poi sono partiti per il Cielo. Maria, che fin dall’inizio della gravidanza si sapeva affetta da anencefalia e Davide, che all’inizio pareva sano, poi diagnosticato privo degli arti inferiori e verso la fine della gravidanza “incompatibile alla vita” a causa di gravi malformazioni ai visceri. Le prime due gravidanze di Chiara. Poi Francesco e al 5° mese di gestazione la malattia di Chiara. Ha voluto aspettare che nascesse Francesco per farsi curare e questo le ha causato al morte un anno dopo”, a soli 28 anni.sposa

“Chiara non è morta serena, è morta felice”. Ha vissuto spendendo la sua vita per l’amore agli altri, consumandosi per gli altri e felice di farlo, aveva confidato ad Enrico “forse la guarigione in fondo non la voglio davvero. Pensaci, che cosa colpisce di più? una donna guarita dal tumore o un marito felice con il figlio senza la mamma?  Una testimonianza che potrebbe salvare tante persone…”.

Il Cardinale  Agostino Vallini ha definito Chiara Corbella Petrillo “una seconda Beretta Molla” e in occasione dei funerali ha ricordato: La vita è come un ricamo di cui noi vediamo il rovescio, la parte disordinata e piena di fili. Di tanto in tanto, però la fede ci permette di vedere un lembo della parte dritta”. È il caso di Chiara, “una grande lezione di vita, una luce, frutto di un meraviglioso disegno divino che ci sfugge, ma che c’è”.

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Leggi anche

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker