Arte

Oggi con Me in Paradiso!

Carissimi amici siamo nel tempo consacrato alla Resurrezione, nel tempo di Pasqua! Voglio condividere con voi questa riflessione che ci fa fare un passo indietro sul Golgota…

Ma di quale gioia della Resurrezione possiamo parlare se non nasce dall’abbraccio della sofferenza?

E’ con queste parole che pubblico di seguito che vi faccio i miei migliori auguri di cielo, di gioia piena, di Paradiso!

Penso a quelle situazioni della vita che ci crocifiggono nel vero senso della parola, in gergo diciamo: “mi ha messo in croce” oppure “sono in croce” e tante volte abbiamo la sensazione di esserci davvero.

Una malattia, un problema che non si risolve, il fallimento di un’attività lavorativa, la crisi, le calunnie che ti mettono sul lastrico, i tradimenti….

Quando arriva il conto e raccogliamo ciò che avevamo seminato con la nostra cattiva condotta ( a volte succede anche questo).

Queste situazioni “in croce”, me ne ricordano un’altra dove ce ne erano tre di croci e in una c’era Gesù.

Ecco, posso reagire come uno dei ladroni insultando tutto e tutti: la Vita, Dio, arrabbiandomi e chiedendo di scendere subito, da quella situazione e che si cambi immediatamente!
Con la ribellione non è che si ottiene mai granché.

Oppure cercare, cercare da lì, smetterla di voler capire a tutti i costi ma provare a starci e a guardarsi intorno da quella situazione comunque scomoda.

Ti può capitare, come è capitato a me quando finalmente mi sono arresa, di incrociare quasi per sbaglio lo sguardo di Gesù crocefisso con me, calunniato, tradito, ammalato.
Nelle mie stesse condizioni.

Se ho la fortuna di riconoscerlo e dirgli: “Ricordati di me quando sarai nel Tuo Regno”. Potrà capitare, come mi è capitato, di sentirmi dire: ”Oggi stesso sarai con Me in paradiso!”

No non è che muori e te ne vai al di là così subito.
Ma adesso, nel attimo presente, nonostante la terribile condizione nella quale mi trovo, ti trovi, puoi sperimentare il paradiso della comunione con Colui che è il Paradiso; della gioia vera e profonda nonostante la condizione scomoda di dolore che magari non cambia.

Sperimenti che sei con Lui (con Me) adesso, non fra cento anni, nel Suo paradiso!
Che meraviglia!!! Vi auguro di fare questa esperienza!

Incredibile Signore tu sei venuto a cercarmi anche lì,in tutte quelle situazioni scomode in cui sono inchiodata e il tuo sguardo d’Amore ancora una volta mi ricorda che sei venuto a salvare ciò che era perduto, anche ogni situazione che sembra persa e ogni situazione che sembra nera a colorarla del Tuo cielo! Grazie!

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Leggi anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker