SocietàVolontariato

“Muoviti in libertà”, l’app per una vita indipendente

Credere in un sogno, perseguirlo con determinazione, provare e riprovare mettendo da parte la paura di fallire.

Non mollare mai! Questo è il light motive della mia vita fin dalla mia nascita. Io, infatti, sono nata priva degli arti superiori, probabilmente a causa dell’assunzione di un farmaco durante le prime settimane di gestazione.

Ho avuto la fortuna di nascere in una splendida famiglia, ultima di cinque figli, coccolata dall’amore e dalle attenzioni di tutti. L’amore ricevuto e ridonato mi ha dato la sicurezza nell’affrontare la vita a testa alta, a non fermarmi davanti alle difficoltà.

Con questo spirito, dopo aver conseguito due lauree (la prima in Scienze Politiche e la seconda in Statistica) all’Università di Messina, città dove risiedo attualmente, e tra le due lauree un Master in Statistica e Ricerche di Mercato alla Sapienza di Roma, mi lancio in una nuova avventura: un dottorato di ricerca in Management all’Università Cà Foscari di Venezia. Si trattava di trascorrere un periodo di tre anni, per la prima volta lontana da casa per così tanto tempo.

L’occasione era unica, si trattava dì un dottorato internazionale in cui avrei potuto dedicarmi allo studio di processi di innovazione sociale, networking e modelli di governance dell’impresa sociale, confrontandomi con colleghi provenienti da tutto il mondo. Così, dopo aver curato tutti gli aspetti organizzativi dal punto di vista assistenziale e di mobilità, mi lancio in questa nuova avventura. E la mia permanenza a Venezia ha rappresentato davvero il tempo della svolta!

Al termine di questo periodo di ricerca ho maturato l’idea, che sta alla base del mio progetto “Muoviti in Libertà”, di realizzare un app e una piattaforma web che consente alle persone con disabilità di trovare un assistente dove” e “quando” serve.

Il meccanismo è semplice e veloce:

  1. la persona con disabilità inserisce in piattaforma la propria richiesta di assistenza, specificando il tipo di servizio richiesto;
  2. gli assistenti personali si candidano per la “presa in carico” del servizio;
  3. la persona con disabilità sceglie l’assistente personale che fa al caso suo.

Venezia è stato anche il luogo in cui ho conosciuto Nuovi Orizzonti, partecipando ad una Luce nella notte.

Ad un certo punto il progetto e Nuovi Orizzonti si intrecciano. Nel Luglio dello scorso anno, col supporto di Nuovi Orizzonti, il progetto “Muoviti in Libertà” è stato selezionato nell’ambito del Premio Gaetano Marzotto, tra i progetti tecnologici da sostenere con un processo di incubazione.

Il prossimo 5 Marzo un’altra tappa importante: il lancio di una campagna di raccolta fondi su una piattaforma di crowdfunding per la realizzazione dell’app/piattaforma web e la sperimentazione di un progetto pilota in alcune città italiane.

Potrete, dunque, contribuire anche voi alla realizzazione del progetto, effettuando una donazione a Muoviti in Libertà sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni Dal Basso, tra i progetti da sostenere.

Sostieni il progetto!

Un grazie a tutti!

E Gioia Sia!….. Sempre…. E che sia Piena!

Tiziana De Maria

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker