AttualitàPensieri e Riflessioni

Ogni anno la stessa magia

Il Natale si avvicinava, le strade si coloravano di tante luci.. dalle finestre delle case gli alberi di Natale brillavano, l’odore del muschio dei presepi e l’odore dei camini si spandeva nell’aria fredda di metà Dicembre. Per le strade la gente che andava in Chiesa per la Novena di Natale, il tepore della Chiesa, il profumo dell’incenso e il suono dell’organo rendevano magica quell’attesa di un altro Natale.

A distanza di anni però comprendo che a dare il vero sapore al Natale era una NOVENA! Sì, così la definisco, la Novena di Nonna.

Era appuntamento fisso: la accompagnavo a comprare panettoni e dolci con mamma. Ricordo la sua esile figura con un foglietto in mano, che contava e ricontava che i panettoni ci fossero tutti e se a metà strada si era dimenticata qualcosa bisognava tornare indietro.


I giorni prima di Natale la accompagnavo da alcune famiglie a consegnare ciò che aveva comprato..

sì, famiglie povere perché diceva sempre che tutti devono festeggiare il Natale.

Loro poi ci davano qualcosina, mandarini, dolci fatti in casa con sacrificio che nonna portava in tavola la notte della cena e al pranzo di Natale.

Ci teneva che mangiassimo questi doni e diceva sempre questo:

è il vero Natale ricordarsi di chi ha più bisogno di noi.

Alessandro Fraci

Tags

Può interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
X