Evangelizzazione

Ballare con Dio

Leggo sul giornale di oggi la bella notizia di un’iniziativa chiamata “Giornata europea per le domeniche libere dal lavoro”. E’ un invito a recuperare il senso autentico un giorno che dovrebbe essere dedicato al riposo e che negli ultimi anni si è trasformato in una misera festa dello shopping.
Una bella canzone degli anni cinquanta diceva: “Domenica è sempre domenica, si sveglia la città con le campane…”. Era il ritratto di un’Italia che apriva gli occhi ascoltando il suono delle campane delle chiese.
Quel dolce richiamo ricordava che era necessario dedicare la propria giornata anche a Dio, con la partecipazione alla Santa Messa e con un buon uso del tempo libero. Ed è possibile farlo anche oggi!
E’ certamente possibile divertirsi frequentando gli amici, andando a ballare, oppure recandosi al cinema. L’importante è utilizzare la testa e scegliere bene gli ambienti da frequentare.
Non è necessario isolarsi dal mondo. E’ sufficiente tenere in mente la presenza di Dio, al proprio fianco, come principale protagonista della domenica. Può essere proprio Lui, in un certo senso, il primo amico da cercare, quando si arriva alla fine della settimana.
Appena si sarà trovato Lui, sarà possibile incontrare tutti gli altri amici. Ma non bisogna dimenticare che è Lui l’amico più importante, prima di tutti gli altri.
Con il Signore al proprio fianco, sarà possibile fare qualunque cosa: ballare, andare al cinema, al teatro, ad un concerto… Sarà Lui a suggerirci la strada da seguire, evitando di farci finire in luoghi pericolosi.
Si può ballare con Dio. Andare al cinema con Dio. Passeggiare con Dio…
In che modo? Imparando a selezionare le proposte che ci vengono fatte. Se una discoteca offre la droga, è meglio non andarci. Se un film propone sangue e violenza, è giusto non vederlo. Se uno spettacolo offre immagini di cattivo gusto, cerchiamo di evitarlo. Sarà la presenza di Dio, nella nostra domenica, ad aiutarci a trovare gli ambienti più sani, per il corpo e per l’anima.
Questo è già sufficiente, per vivere bene il giorno del Signore. Ma se si vuole fare qualcosa di più, le occasioni non mancano. Oltre a divertirsi, ci si può organizzare per dedicarsi ad un’opera buona: la visita a un malato, un pensiero gentile rivolto a qualcuno o un impegno nel volontariato.
Insomma, per tutti noi la domenica può ancora rappresentare una splendida occasione per rivolgere lo sguardo verso l’infinito. Non solo con la breve parentesi della Messa, ma anche per tutte le altre ore, sforzandoci di vivere in modo totalmente cristiano la nostra giornata.
E poi, partendo dalla domenica, sarà possibile imparare a scoprire la presenza di Dio anche negli altri giorni della settimana. Perché il Signore è un amico che ci prende per mano ed è sempre al nostro fianco. Ogni ora, ogni minuto, ogni secondo del nostro tempo. Non soltanto la domenica.

 

 

 

 

 

 

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker