Spiritualità

Eucaristia: Dono d’Amore e Mistero di comunione

“In questo si è manifestato l’amore di Dio per noi:

Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo,

perché noi avessimo la vita per lui.

In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio,

ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio

come vittima di espiazione per i nostri peccati.”

(1 Gv 4, 9-10)

 

Carissimi amici,

siamo ormai nel periodo estivo, considerato come tempo di vacanza, relax, tempo libero. Spesso libero anche da Dio! Ecco perché è bene riscoprire come far fruttare ogni attimo che il Signore ci dona, per renderlo un irripetibile momento d’Amore. La fede non va in vacanza!

Chiara Lubich parla del colore “verde” come cura della propria persona e della salute garantendo momenti di riposo fisico e di svago puntando alla fraternità e del colore “giallo” della spiritualità e della preghiera da coltivare: sono i due colori con cui nell’estate dovremmo cercare di dipingere i nostri giorni, senza dimenticare l’”arancione” dell’evangelizzazione naturalmente!

Un’opportunità che ci viene data è quella di spendere più tempo per Dio, di passare più tempo in sua compagnia, di impegnarci a riconoscerlo sempre più come presente e vivo in quel Pane spezzato per Amore.

Papa Benedetto XVI, nell’esortazione post-sinodale “Sacramentum Caritatis”, scrive: “Sacramento della carità, la Santissima Eucaristia è il dono che Gesù Cristo fa di se stesso, rivelandoci l’amore infinito di Dio per ogni uomo… Gesù nel Sacramento eucaristico continua ad amarci «fino alla fine», fino al dono del suo corpo e del suo sangue. Quale stupore deve aver preso il cuore degli Apostoli di fronte ai gesti e alle parole del Signore durante quella Cena! Quale meraviglia deve suscitare anche nel nostro cuore il Mistero eucaristico!”

Chiara Amirante, nel libro “Mistero d’Amore”, scrive: “La mente tenta in tutti i modi di entrare, intuire, afferrare un mistero troppo più grande di lei, ma non le resta altro che arrendersi e fidarsi di un amore che la trascende pur avvolgendola. Il cuore contempla nello stupore e si perde nell’immensità …”.

Sembra abbastanza chiaro che la prima cosa da fare davanti all’Eucaristia è quella di arrendersi a contemplare. Sì, bisogna arrendersi davvero facendo tacere i nostri ragionamenti e ci riusciamo solo se siamo pienamente consapevoli che davanti a noi non c’è una cosa già conosciuta, ma c’è un Mistero da contemplare, un Mistero davanti al quale non resta altro che lo stupore.

C’è bisogno ancora di saper accogliere il Dono dell’Eucaristia. Se abbiamo il cuore chiuso, non possiamo scrutare quell’Amore grande e totale che c’è in questo dono. Impegniamoci allora a mettere da parte ogni forma di giudizio, di odio … di non-amore, che abbiamo nel cuore, per poter dire Grazie a Gesù per essersi dato a noi.

Scrive ancora Papa Benedetto: “L’Eucaristia, dunque, è costitutiva dell’essere e dell’agire della Chiesa. Per questo l’antichità cristiana designava con le stesse parole Corpus Christi il Corpo nato dalla Vergine Maria, il Corpo eucaristico e il Corpo ecclesiale di Cristo. Questo dato ben presente nella tradizione ci aiuta ad accrescere in noi la consapevolezza dell’inseparabilità tra Cristo e la Chiesa. … L’Eucaristia si mostra così alla radice della Chiesa come mistero di comunione.”

L’altro passaggio da compiere dovrebbe essere, dunque, quello di vivere una comunione reale con la Chiesa. Se non siamo in piena comunione, ma in disaccordo con l’agire della Chiesa, ce ne separiamo e la dividiamo a causa di scelte quotidiane di peccato, non possiamo contemplare l’Eucaristia come Mistero d’Amore, perché sarà un Amore di cui non vogliamo essere partecipi.

Trasformiamo allora il tempo estivo in tempo di adorazione, contemplazione, rendimento di grazie per il grande Dono dell’Eucaristia.

 

Nel corso di questo mese, oltre alle intenzioni base per tutti i Cenacoli di preghiera, preghiamo per:

  1. La nostra fondatrice Chiara Amirante. Chiediamo al Signore di sostenerla sempre e – se rientra nella sua volontà – chiediamo la guarigione e soprattutto preghiamo per le sue particolari intenzioni.
  2. Tutti coloro che sono smarriti e che affrontano difficoltà lavorative e per coloro che hanno paura della morte e della malattia, affinché possano comprendere il progetto del Signore ed agire secondo la sua volontà, superando ogni tentazione di mollare.
  3. Tutti i cenacoli nascenti e tutti i membri dei cenacoli di preghiera, affinché sentano il sostegno di tutta la Chiesa e vivano in comunione costante con Cristo.
  4. I seminaristi di “Nuovi Orizzonti” e i ragazzi che stanno valutando la scelta di essere sacerdoti nel nostro carisma; il Signore Gesù sia loro maestro e modello e conceda loro il dono della perseveranza: in particolare a giugno i sacerdoti, i Piccoli fratelli e le Piccole sorelle di Gesù Risorto sono stati in un ritiro spirituale – vacanza per crescere nell’unità e nella fraternità.
  5. Le famiglie in difficoltà che hanno scelto una vita senza Dio, perché possano incontrare Gesù – Amore e sappiano custodire la gioia e la pace: ad agosto le famiglie di Nuovi Orizzonti a Trento si riuniranno per la prima volta per fare fraternità e comunione, preghiamo per loro e per quelle famiglie che non riusciranno ad esserci perché beneficino comunque di questa Grazia.
  6. Tutti gli ammalati ed in particolare i bambini sofferenti, perché abbiano una nuova speranza di vita con Gesù.
  7. La piena guarigione della mamma di Chiara: Mietta è finalmente tornata a Piglio!
  8. Il papà di Ilaria Tedde, per la mamma di Angela Croce e tanti altri amici e amiche ammalati vicini ai nostri Cenacoli, Gruppi e Comunità.
  9. Enrico che ha assistito Chiara, sua moglie, nella partenza per il Cielo ed ora vivrà il momento più duro custodendo il figlio Francesco (potete leggere la loro storia qui!)
  10. Le attività estive in programma: le missioni in Sardegna e Riccione, la micro-missione a Bibione, i campi lavoro nelle Cittadelle Cielo a Medugorje e a Belluno, le settimane di esperienze vocazionali o volontariato e tutte le iniziative di evangelizzazione in corso che trovate nel Calendario on line.
  11. Le intenzioni dei nostri fratelli e delle nostre sorelle scritte on line nello spazio dedicato: “RICHIESTE DI PREGHIERA ON LINE”.

 

Sosteniamo ancora, in ogni modo possibile, la costruzione della Cittadella Cielo di Frosinone. Vi ricordiamo lo  spazio del network cdl dove potete inserire le vostre intenzioni di preghiera.

Grazie a tutti voi per il grande e costante impegno nella preghiera e nell’evangelizzazione! Restiamo sempre uniti nella preghiera: “pur essendo molti, siamo un solo corpo in Cristo e ciascuno per la sua parte siamo membra gli uni degli altri” (Rm 12,5)!

 

don Ciro Vespoli

don Giacomo Pavanello

don Davide Banzato

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
X