Media e TV

La tenda di Nazareth

Carissimi cavalieri, ho aspettato qualche giorno prima di scrivere questo articolo, perchè volevo che certe emozioni e sentimenti si sedimentassero ben bene nel cuore e nell’anima.

Vi voglio raccontare, come posso e come riesco, della meravigliosa esperienza che abbiamo vissuto al Campo famiglie a Trento la scorsa settimana.

L’articolo l’ho intitolato “la tenda di Nazareth”, perchè ho avuto la sensazione che fossimo stati invitati a vivere una sorta di Tabor sul monte (Trento cornice ideale!), ospitati proprio dalla famiglia Nazareth!

Sinceramente avevo non poche perplessità all’inizio di questa avventura: 22 famiglie, una quarantina di bambini, tutti ospitati nel nuovo convento di Trento che la Provvidenza ci ha regalato, tutto questo richiedeva una notevole organizzazione, anche in considerazione del fatto che non l’avevamo mai fatto prima.

Devo dire però che più forte di ogni timore e di ogni senso di inadeguatezza era la certezza di dover sperimentare un pezzetto di Cielo condiviso tra tutte le famiglie Nazareth. Io e Filippo (il mio riservato e sempre presente marito) avevamo ben chiaro che Gesù ci chiamava come corpo a salire sul monte per respirare un pò di aria buona, una brezza leggera, per assaporare la Sua presenza.

Così è stato!

E’ davvero difficile tradurre in parole tante emozioni vissute così intensamente, ci sono riuscite molto meglio di me le mitiche sorelle Vastarella nei loro articoli (che vi invito a leggere nella sezione sud Italia); solo dal cuore mi sgorga un continuo GRAZIE che da giorni pare non mi voglia abbandonare….

GRAZIE  a tutte le famiglie, insieme abbiamo sperimentato come sia bello vivere “come in Cielo così in terra”: grazie per come ognuno si è messo in gioco e per come ognuno ha ripetuto il suo “sì” eroico, singolarmente e in coppia! Grazie per la voglia di portare l’amore a chi non l’ha conosciuto come famiglia Nazareth, grazie per il desiderio di imparare da Maria, Giuseppe e Gesù l’Amore quotidiano dei piccoli gesti e delle grandi imprese. Grazie per le risate (tante, tantissime), per le lacrime (decisamente copiose), per le pappe condivise per i bimbi, per la voglia di mettersi in discussione, per la disponibilità, grazie per l’amicizia profonda che ci lega!

GRAZIE ad Alessandra e Mirko e ai ragazzi di Cei, eroici come sempre: grazie per pranzi e cene luculliani, per l’accoglienza fraterna e l’enorme pazienza e disponibilità. Grazie a Danielino ed Elisa, prossimi sposi, ragazzi davvero meravigliosi, che ci hanno fatto gustare l’emozione di un matrimonio preparato con semplicità ma con tantissima gioia e abbandono alla Provvidenza!

GRAZIE  a Fabia e Natalina, che ci hanno aiutato a vivere la Parola da protagonisti, gustando quanto sia fonte di guarigione e rinnovamento continuo: grazie per averci fatto gustare il vino nuovo delle nozze di Canaa, per averci fatto comprendere quanto sia importante rinnovarlo continuamente.

GRAZIE  a don Giulio, per la sua incredibile fermezza nel celebrare la Santa Messa nonostante gli schiamazzi dei bimbi e il loro irresistibile desiderio (puntualmente concesso) di raggiungerlo sull’altare per “aiutarlo” in svariati e variopinti modi! Grazie per la cura e la dedizione dimostrata agli adolescenti (e questo lo sapevamo) e per i bimbi più grandi (e questa è una novità assoluta….da ripetere!!!).

 

 

 

un GRAZIE GRAZIE GRAZIE ai ragazzi grandi che hanno avuto la pazienza e la disponibilità di seguire i nostri piccoli: devo dire che per me sono stati un grande segno di umiltà, per come si sono fatti guidare, e anche di speranza, perchè se questa è la nuova generazione di Nuovi Orizzonti vi dico che siamo davvero in ottime mani, e lo dico con le lacrime agli occhi per la commozione!!

GRAZIE  a Dio per aver suscitato questo grande carisma, perchè siamo tutti molto fragili ma assolutamente determinati a percorrere la Sua strada, e grazie per la vocazione delle famiglie Nazareth, perchè sotto questa tenda vogliamo accogliere noi stessi, il nostro marito, la nostra moglie, i nostri figli, e tutti i figli del mondo che non hanno mai sperimentato l’Amore!

Tags

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
X