Evangelizzazione

I paletti eccessivi della Chiesa

Qualche giorno addietro una persona mi ha fermato spiegandomi la bellezza dei “centri olistici di spiritualità”. Fin qui tutto bene. Ognuno può avere le sue idee e trovar giovamento dove meglio crede, nonostante abbia molti dubbi sui “centri olistici”. Poi ha iniziato ad attaccare la Chiesa perché troppo piena di paletti e di regole e regoline. Posso comprendere anche qui che a volte si eccede e si scade in un fariseismo o legalismo che Cristo stesso ha combattuto aspramente, ma non si può far di tutta l’erba un fascio né generalizzare fino a sfumare i contorni tra il bene e il male.

La risposta che mi ha dato è che “Dio è dentro di noi” e la Chiesa non serve. Sarà proprio vero? Proviamo a capirlo insieme…

Ho semplicemente risposto che sì Dio é dentro di noi, lo dice anche sant’Agostino – che lo scopre dentro di sé -, ma non siamo noi ad esser dio! Nessuno di noi può esaurire in sé l’Assoluto che ci trascende.

Da ex ateo posso dire che l’esperienza mi ha portato a conoscere Cristo e non solo come “entità”, ma come Figlio di Dio e Persona della Trinità che é Dio.
Rispetto le idee di tutti ma l’evidenza che ho riscontrato se la rinnegassi sarebbe come dire il falso dopo aver toccato con mano una realtà oggettiva, per quanto filtrata dalla mia personale percezione.

I paletti poi… Sinceramente andrebbero fatti dei distinguo innanzitutto tra i paletti in sé e l’applicazione delle norme che hanno sempre un fine costruttivo e sono frutto di secoli di storia. Alcune posso essere “aggiornate”, ma grazie a Dio c’é chi é preposto per questo ed ha una Grazia di Stato data direttamente da Gesù quando disse agli Apostoli: Chi ascolta voi ascolta Me!

Gli argini di un fiume non sono un male, anzi permettono all’acqua di sfociare nel mare. Restando sulla metafora potremmo dire che una diga può essere un ostacolo da abbattere frutto di noi ottusi uomini che vogliamo deviare il corso stabilito innalzandoci ad esser dio. Un fiume arriverà al mare proprio grazie ad argini solidi e sicuri così come la Chiesa cerca di traghettare tutti coloro che liberamente vogliono esser guidati da Cristo e i successori degli Apostoli in modo più sicuro verso il Cielo.

Sarebbe poi da approfondire il rapporto valore-legge. Il valore vale sempre, non puo cambiare in sé, o é bene o é male. La regola/legge é soggetta invece al cambiamento in base alla storia, all’evoluzione della societá e a formulazioni generali che però non devono tradire mai il valore in sé. I valori non sono negoziabili, ma le leggi/regole invece devono adattarsi ai tempi perché sono lo strumento per la difesa di un valore in un determinato contesto e tempo. Oggi si mettono sullo stesso piano leggi e valori creando una grande confusione.

Mi sembra tornino forti queste parole della Sacra Scrittura:
Annunzia la parola, insisti in ogni occasione opportuna e non opportuna, ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimità e dottrina. Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. Tu però vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore del vangelo, adempi il tuo ministero.” (2Tm 4, 2-5)

Tags

Don Davide Banzato

Priest in international association "Nuovi Orizzonti" founded by Chiara Amirante. Also here I try to follow only Jesus

Può interessarti anche

Leggi anche

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker