Spettacolo

Un film da vedere: IL FIGLIO DELL’ALTRA…

Vi segnalo brevemente, avendo scritto troppo in questi giorni di pausa lavorativa, un film che mi sembra ‘da non perdere’  per contribuire alla riflessione e alla ‘bellezza’ espressiva di cui gli spettacoli non dovrebbero mai fare a meno…Bellezza come intendiamo insieme…capace d’ispirare considerazione, partecipazione e comprensione di problemi e drammi altrui, vicini eppure lontani…E’  storia di oggi e di ieri, scontro tra amore e odio atavico, gioco dinamico di umanità che necessita d’incontrarsi con la semplicità della giovinezza scardinando le sedimentazioni del passato…sembra una metafora della possibilità di riflettere quando si è in conflitto: sentirsi, provare ad essere figlio dell’altra…ci sono buone presentazioni in rete, ma eccovi solo qualcosa, sufficiente per invogliarvi a vederlo:

Joseph  adolescente israeliano, vive spensierato il  sogno di scrivere canzoni, presto dovrà prestare servizio di leva obbligatoria nell’esercito. Il padre è ufficiale, la madre medico,  lo amano incondizionatamente, ma si  scopre durante la visita militare, che il suo gruppo sanguigno non è compatibile con quello dei genitori. Alla nascita, diciotto anni prima è stato scambiato con Yacine, palestinese dei territori occupati della Cisgiordania, Joseph è sconvolto e confuso. La confusione non risparmia le loro due  famiglie che provano a incontrarsi per tentare d’accorciare diversità e distanze culturali. Le ‘questioni politiche’ prevalgono sul buon senso, ci si rinfaccia  il dolore dei rispettivi popoli . Joseph e Yacine si appartano per sottrarsi alle discussioni e provano a interrogarsi sulla loro identità e sul loro destino. S’incontreranno sempre più frequentemente …

Se, come è evidente, la storia personale e familiare dei due giovani delinea la trama descrittiva, lo spettatore è come condotto in Israele e/o in Palestina…le emozioni sono possibilità d’entrare per tentare di comprendere, la tensione e il malessere di due ‘popoli’ fratelli s’avverte, provocando una sorta d’impossibilità a tollerare ancora…la musica, la cultura, lo sport e  la preghiera, oltre alla condivisione di tradizioni e terra comune, di comune ereditarietà, dovrebbero avere la meglio sulle divisioni, portare ad una svolta, rimuovere il ‘blocco’, scardinare i muri invece di costruirne…dopo aver assistito a un tale squarcio di realtà, -e molto chi è stato in Israele l’ha constatato di persona- non possiamo rimanere indifferenti, occorre almeno, – possiamo farlo tutti- ,  pregare e invocare l’Unico Dio di Abramo perché riapra vie di mutuo rispetto e speranza… 

ll figlio dell’altra (Le fils de l’autre) è un film di genere drammatico della durata di 105 min. diretto da Lorraine Levy e interpretato da Emmanuelle DevosPascal ElbéJules SitrukMehdi DehbiAreen OmariKhalifa NatourMahmoud ShalabiDiana ZriekMarie WisselmannBruno Podalydès.
Prodotto nel 2012 in Francia – uscita originale: 04 aprile 2012 (Francia) . Distribuito in Italia da Teodora Film il giorno 14 marzo 2013.

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker