Spettacolo

Il prete dj che in discoteca parla ai giovani con la musica

Si chiama don Roberto Fiscer ed è un giovane sacerdote genovese. Ha iniziato da adolescente a frequentare le discoteche con gli amici, è diventato dj lavorando in svariati locali e sulle navi da crociera fino all’incontro con Gesù che ha dato un nuovo senso alla sua vita; poi la chiamata sacerdotale e infine… il ritorno nelle discoteche, ancora come dj… questa volta però per incontrare i giovani e regalare loro qualche cosa di importante.

Propone alle discoteche serate “alternative” e ai giovani propone un modello sano di divertimento: il prete dj suona dischi scelti, musica da ballare condita con messaggi ricchi di grandi valori da comunicare ai giovani.

Recentemente ha realizzato anche un cd, “Don’t dance with the life”.  Del brano che dà il titolo all’album don Roberto dice: “E’ il mio invito rivolto ai ragazzi di ballare con la musica, non con la vita”, ha spiegato l’autore. Un inno rivolto ai giovani ed ai ragazzi ai quali il sacerdote non si stanca mai di ripetere il suo messaggio: “Divertiti, distinguiti dalla normalità, dalla monotonia, ma non distruggerti. Balla con la musica, non con la tua vita, non calpestarla”.

Quello di don Roberto è un messaggio laico, che come sacerdote e insieme ai suoi ragazzi, desidera rivolgere a tutti, credenti e non credenti. “Dobbiamo accompagnare la voglia dei ragazzi di oggi di crescere, cambiare, essere liberi. Il male, infatti, li porta a distruggersi. Per questo noi dobbiamo aiutarli a distinguersi ma non a distruggersi. Purtroppo, troppo spesso, stiamo troppo a guardare senza sapere come intervenire”.

“Ammiro la voglia di cambiare dei ragazzi, nelle scuole, nelle strade, nelle piazze – ha detto ancora don Roberto – ed i loro eccessi, i loro errori, spesso nascono da colpe nostre, dal nostro giudicarli sempre, dal nostro non capirli”. Il nuovo singolo, così come i precedenti, rappresenta un’iniziativa in linea con quanto affermato da Benedetto XVI nel messaggio inviato ai vescovi europei in occasione della riunione del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) svoltosi  a Tirana (Albania). In quell’occasione, infatti, il Santo Padre aveva parlato di “individuare con audacia missionaria strade nuove di evangelizzazione specialmente al servizio delle nuove generazioni”.

Nel brano  compare la voce di don Roberto oltre a quelle di Madre Teresa di Calcutta e del Beato Giovanni Paolo II. Parole pronunciate con la forza prorompente dell’Amore da due grandi del nostro tempo, mixati in un brano davvero coinvolgente.

Il progetto è nato sul solco dei cd precedenti lanciati da don Roberto e dalla compagnia delle 3G, ossia, “giovani che parlano ai giovani con il loro linguaggio, la musica, un messaggio che arriva veloce come la tecnologia 3G e che vuole essere rivolto a tutti tutti, credenti e non credenti”. Come altre iniziative, anche questa, è nata grazie alla collaborazione tra don Roberto, Dj Sox e Vittorio Pastorino che ha dato vita al video reperibile anche su YouTube.

Il cd “Don’t dance with the life” contiene anche Replay cantato con i giocatori del Genoa Il disco è disponibile nei negozi delle Edizioni Paoline ed LCD e on line.

 

Clicca per vedere la testimonianza di don Fiscer http://vimeo.com/41089650

http://www.youtube.com/watch?v=KH0ermzl8Uk&feature=player_embedded#!

Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Leggi anche

Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker