Media e TV

Arte e solidarietà “Nella memoria di Giovanni Paolo II” all’Istituto Malaspina di Palermo

La serata condotta da Domenico Gareri e Lorena Bianchetti ha visto come ospiti speciali Beppe Fiorello, Ron e Mara Santangelo


CATANZARO – 23-09-2013 – Un evento all’insegna del connubio tra arte e solidarietà per ricordare la figura e l’opera di uno dei Pontefici più amati nella storia della Chiesa e mantenerne vivi i suoi insegnamenti. E’ stata un’emozionante ottava edizione dell’evento culturale “Nella Memoria di Giovanni Paolo II” quella vissuta sabato 21 settembre scorso presso l’Istituto penale per minorenni “Malaspina” di Palermo. La manifestazione, divenuta format tv ad alto valore socio-culturale ed evangelico trasmesso in Italia e all’estero e prodotto dalla “Life Communication produzioni televisive e grandi eventi”, è stata realizzata in collaborazione con il Ministero della Giustizia–Dipartimento Giustizia Minorile e con il patrocinio della Conferenza Episcopale Italiana-Ufficio per le comunicazioni sociali, dell’Arcidiocesi e del Comune di Palermo, della Regione Sicilia-Assessorato per la Famiglia, le politiche sociali ed il lavoro e della Camera di Commercio di Catanzaro.

A presentare la serata l’ideatore dell’evento, Domenico Gareri, e la nota giornalista e conduttrice Lorena Bianchetti con la direzione artistica di Giovanni Calabrò e la regia di Ciro D’Aniello. Al centro della manifestazione sono state le persone più amate da Karol Wojtyla, i ragazzi che vivono in situazioni di disagio, diversamente abili e giovani detenuti, che hanno avuto l’opportunità di partecipare da protagonisti attivi ad una serata arricchita da performance artistiche, contributi video e testimonianze di noti personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo e di rappresentanti delle istituzioni. In particolare durante la manifestazione sono stati consegnati i premi “Nella Memoria di Giovanni Paolo II” realizzati dal maestro orafo Michele Affidato ed assegnati dalla giuria qualificata formata dal noto conduttore Rai Daniele Piombi, dall’autore televisivo Stefano Santucci, da don Francesco Cristofaro, teologo spirituale, da S.E. Mons. Carmelo Cuttitta, Vescovo ausiliare di Palermo, e dal costituzionalista Luigi Ventura nel ruolo presidente. Tra gli insigniti hanno portato il proprio saluto sul palco uno degli attori più amati del piccolo schermo, Beppe Fiorello– premiato sul palco dall’Arcivescovo di Palermo, Cardinale Paolo Romeo – l’ex campionessa di tennis Mara Santangelo ed il cantautore Ron che ha riproposto dal vivo ai ragazzi dell’Istituto alcune sue canzoni. Intensi e suggestivi sono stati anche i contributi artistici proposti dall’Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello (Rc), dal Centro Studi professionale Arte Danza di Catanzaro e dal coro dell’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti di Catanzaro.
Il cast artistico è stato arricchito anche dalla presenza di alcune realtà musicali siciliane, come il trio rap One Crew, Gli Archi Ensamble e il Gruppo Nuova Aurora;Marco e Alessia dell’Oratorio della Parrocchia S. Maria della Pace di Satriano (Cz),Saverio Palermo e Massimiliano Gareri e Eleonora Cadeddu, la giovane Annuccia di “Un medico in famiglia” su Rai Uno.

Un prestigioso attestato di riconoscimento alla manifestazione, che ha ricevuto anche l’attenzione da parte di Papa Francesco, è giunto dalla presenza sul palco del Capo Dipartimento Giustizia minorile, Caterina Chinnici, la quale – a margine della consegna della medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano da parte del vicario del prefetto di Palermo, Maria Teresa Cucinotta, al direttore dell’Istituto “Malaspina”, Michelangelo Capitano – ha sottolineato l’importanza di una manifestazione che, lanciando un messaggio di notevole significato educativo, si propone quale momento di incontro tra le diverse voci della società civile, del mondo delle istituzioni laiche e religiose e dell’associazionismo. Su questa direzione è stato consegnato un ulteriore riconoscimento a Gloria Ramos, madre di Cristian, giovane con sindrome di down nato a Roma che ha ottenuto la cittadinanza italiana grazie al diretto interessamento del Ministro Cancellieri e del Presidente della Repubblica Napolitano. Altrettanti premi sono stati assegnati alla città di Lampedusa – esempio di amore, carità ed accoglienza – e al “Progetto Policoro” che, partendo dal Sud, ha promosso la nascita di oltre 500 esperienze lavorative mettendo in sinergia i diversi uffici delle diocesi con l’associazionismo e le istituzioni pubbliche. Significative sono state anche le testimonianze di Giuseppe Petrucci, presidente dell’Ente nazionale Sordi, Vittorio Cannata, consigliere nazionale dell’Associazione Italiana Persone Down, e Tommaso Daniele, presidente Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi.

Con queste parole l’ideatore Domenico Gareri ha espresso la propria soddisfazione per la riuscita dell’evento: “Anche in questa edizione – ha detto – grazie al Capo del Dipartimento della Giustizia Minorile, Caterina Chinnici, ed a tutti i rappresentanti dell’istituzione penitenziaria minorile, al Cardinale Paolo Romeo ed a tutta l’Arcidiocesi di Palermo, alla viva partecipazione di artisti, personaggi del mondo dello spettacolo e rappresentanti istituzionali, ed in particolare ai ragazzi del Malaspina, siamo riusciti a vivere tutti insieme un momento di alto valore sociale e culturale con il diretto coinvolgimento dei giovani dell’Istituto. Un percorso di nuova evangelizzazione attraverso la comunicazione sociale, per me è stato come abitare due ore di paradiso. Lo abbiamo fatto attraverso la televisione nell’intento di rappresentare quello che è il vero significato del servizio pubblico. Infatti, ritengo che questi valori vadano veicolati a più persone possibili attraverso il piccolo schermo in grado di raggiungere tutti ed in modo capillare. Il nostro è stato un piccolo grande gesto che spero abbia contribuito a superare i pregiudizi nei confronti di chi è impegnato a vivere un percorso di rieducazione e di riscatto sociale. Proprio per questi contenuti speriamo di vedere accolta la nostra richiesta di messa in onda dalle reti più seguite del Paese”.
A tale proposito la  “Life communication” comunicherà nelle prossime settimane i dettagli della programmazione della serata. “La cosa più bella che portiamo a casa, dopo mille sacrifici e difficoltà – conclude Gareri –  è stato il ringraziamento che i ragazzi del Malaspina ci hanno rivolto a fine serata. Il mio auspicio è che questo viaggio che possa esser vissuto e condiviso da tutto il Paese, dalle istituzioni, associazioni e da ogni singolo cittadino, attraverso la massima diffusione che spero possa essere garantita da chi è impegnato nel pubblico servizio”.

L’evento “Nella Memoria di Giovanni Paolo II” è stato realizzato con il supporto di imprenditori che hanno fortemente creduto all’iniziativa tra cui l’industria Desta, Guglielmo Caffè, Due Erre Arredamenti, Acqua Star Viaggi e Lobello Costruzioni. Per ulteriori informazioni sull’evento è possibile visitare il sito internetwww.sclifecommunication.it o telefonare al numero 0961-468131 oppure 333-9436523.

Ufficio Stampa Life Communication
Tags

Cavalieri della Luce

Persone che decidono di “lasciarsi arruolare nell’esercito di Gesù” per portare la rivoluzione del Vangelo nel mondo.

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker