Spiritualità

Lettera per i gruppi di preghiera – ESTATE 2014

Carissimi amici,

ecco la nuova lettera per tutti i gruppi di preghiera della nostra grande famiglia, lettera che ci accompagnerà durante tutta l’estate.

Continuiamo a restare uniti gli uni con gli altri nel Suo Amore, nell’intimità fedele della preghiera.  Vi auguriamo di vero cuore che questo tempo estivo sia un’occasione propizia per ristorare non solo il corpo, ma anche l’anima, magari progettando qualche piccolo momento di spiritualità, qualche viaggio in uno dei santuari italiani e non, ma soprattutto tempo per riscoprire il valore dell’amicizia, e il tempo della preghiera.

Buona estate a tutti!!

Lettera per i gruppi di preghiera – ESTATE 2014

 

Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anch’io mando voi». 

Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo;

a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete,

resteranno non rimessi»

(Gv 20,21-23)

 

 

Carissimi amici,

dopo il grande evento della Pentecoste, ecco che comincia per tutti noi il periodo in cui mettere davvero a frutto la Grazia ricevuta dallo Spirito Santo. Per alcuni sarà periodo di vacanza e relax, per altri di missione, campo lavoro, esperienze formative nell’ambito di Nuovi Orizzonti e non. Ma di sicuro ci sarà per ognuno l’occasione di vivere come inviati di Gesù.

 

Prendiamo allora spunto dalla meditazione tenuta da Chiara Amirante alla giornata di spiritualità di Pentecoste:

  1. Gesù ci chiama personalmente, ci chiama ad essere in Lui, con Lui, per Lui un dono unico di amore del Padre per il mondo! Abbiamo la conferma di questo in vari brani della Parola di Dio:

 

  • Perché tu sei prezioso ai miei occhi,perché sei degno di stima e io ti amo (Is 43,4).
  • Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga (Gv 15,16)
  • Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me ed io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla (Gv 15,5)
  • In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre (Gv 14,12).

 

  1. Ricevete Lo Spirito Santo

Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo».” Cristo Risorto dona a noi lo Spirito: l’uomo vecchio corrotto e sfigurato dal peccato viene trasfigurato da Cristo Risorto mediante il dono dello Spirito Santo. Così avviene l’esperienza della Pentecoste, come ci viene raccontato: «Voi, rimanete in questa città, finché siate rivestiti di potenza dall’alto» (Lc 24,49); «Riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e la Samaria, e fino all’estremità della terra» (At 1,7-8). Tutti furono riempiti di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi (At 2,4)… E tutti si stupivano e si meravigliavano, dicendo: «Tutti questi che parlano non sono Galilei? Come mai li udiamo parlare ciascuno nella  nostra lingua natìa? …  (At 2,7 ss.)

 

  1. L’ Esperienza della Pentecoste è per tutti e segna una tappa fondamentale nel prendere sul serio il nostro essere cristiani, come ancora una volta ci ricorda la Parola di Dio: “Effonderò il mio Spirito sopra ogni uomo e diverranno profeti i vostri figli e le vostre figlie, i vostri anziani faranno sogni, i vostri giovani avranno visioni” (Gioele 3,1-2); “Per voi infatti è la promessa, per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore” (At. 2,39). Un passo molto interessante degli Atti degli Apostoli  (At 19,2,3-6) racconta di San Paolo che incontra i discepoli a Efeso e domanda loro: “Voi avete ricevuto lo Spirito Santo quando siete venuti alla fede?”. Questi rispondono: “Veramente neanche abbiamo sentito dire che ci sia uno Spirito Santo”. San Paolo, che sapeva bene che lo Spirito Santo è essenziale per la vita

 

cristiana, fa subito una cosa: impone loro le mani. Ed ancora leggiamo: “Non appena Paolo ebbe imposto loro le mani, scese su di loro lo Spirito Santo e parlavano in lingue e profetavano”. Questi discepoli neanche sapevano che esistesse lo Spirito Santo, eppure Paolo impone loro le mani e subito Lo ricevono e profetizzano (la profezia è uno dei carismi dello Spirito).

 

Esercizi pratici

 

  1. 1.       Ascoltare la Parola della Verità, il Vangelo, e credere in esso. “In lui, anche voi, dopo aver ascoltato la Parola della verità, il Vangelo della vostra salvezza e avere in esso creduto, avete ricevuto il suggello dello Spirito Santo che era stato promesso, il quale è caparra della nostra eredità” (Ef 1,13).
  2. 2.       Essere nella Verità. Il Santo Spirito che ammaestra rifugge dalla finzione, se ne sta lontano dai discorsi insensati ed è cacciato al sopraggiungere dell’ingiustizia (Sap. 1,5)
  3. 3.       Pentimento. “All’udire tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli apostoli: ‘Che cosa dobbiamo fare, fratelli?’. E Pietro disse: ‘Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati, dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. (At 2,37-39).
  4. 4.       Chiedere lo Spirito al Padre. “Se dunque voi che siete cattivi sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono” (Lc 11,13).

 

 

Nel corso di questo mese, oltre alle intenzioni base per tutti i Cenacoli di preghiera, preghiamo per:

  1. la Chiesa e il nostro Santo Padre Francesco, perché vivano sempre in pienezza la vita dello Spirito;
  2. la Pace, perché i conflitti presenti in molte parti del mondo possano trovare presto una soluzione e ricevano la giusta attenzione da parte delle autorità preposte al governo degli stati;
  3. Chiara Amirante, la sua salute e le sue particolari intenzioni, Mietta, la mamma di Chiara, Margareta (lo chiediamo per intercessione di Daniela Zanetta, serva di Dio morta per la stessa malattia), Serena Giordano, Marco, giovane ragazzo di Sassari, in lotta contro una grave malattia, e tanti altri amici e amiche vicini ai nostri Cenacoli, Gruppi e Comunità;
  4. le Cittadelle di Medjugorje, di Belluno e del Brasile, dove si svolgeranno i campi lavoro e le esperienze di formazione estive, perché tutti coloro che saranno accolti in esse, possano crescere e rafforzarsi nella Grazia dello Spirito Santo ;
  5. la Cittadella Cielo di Frosinone, perché tutti i lavori procedano al meglio ed ogni difficoltà venga superata con l’aiuto e l’intercessione di Maria, Madre dei risorti;
  6. i detenuti e gli ammalati con i quali siamo in contatto, perché sappiano unire le proprie povertà alla ricchezza che viene da Gesù;
  7. le iniziative di evangelizzazione, in particolare le due micro-missioni di Guardiagrele (CH) e del Salento  ed i gruppi di cavalieri della luce;
  8. per gli sfollati ed i morti, in particolare i bambini, a causa dei preparativi dei mondiali di calcio in Brasile, perché ogni uomo non sia cieco davanti alle esigenze giustizia sociale, ma ne divenga promotore.

 

Vi ricordiamo poi lo spazio del network cdl, dove potete inserire le vostre intenzioni di preghiera.

Inoltre, ecco le iniziative estive a cui è possibile partecipare :

 

PER TUTTI I RESPONSABILI DEI GRUPPI DI PREGHIERA

Stiamo provvedendo all’aggiornamento del database globale della nostra grande famiglia. È infatti importante che di ogni realtà locale abbiamo dati coerenti con la realtà e che soprattutto abbiamo informazioni corrette, così da indirizzare nuove persone che ne volessero far parte.

Per questo, chiediamo di spendere qualche minuto per registrare il vostro gruppo a questo link  www.nuoviorizzonti.org/Gruppi-di-preghiera

Grazie di cuore!!!

don Ciro Vespoli

don Giacomo Pavanello

don Davide Banzato

Tags

Don Giacomo Pavanello

Responsabile dell’Area evangelizzazione e prevenzione per l’Associazione internazionale Nuovi Orizzonti fondata da Chiara Amirante.

Può interessarti anche

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker