AttualitàPensieri e Riflessioni

… per navigare bene ai tempi del Coronavirus

In questi tempi così “speciali” per le nostre comunità guarderei al bicchiere mezzo pieno e direi “di necessità virtù”.

Cosa sapere? Cosa fare? Cosa pensare? Come agire?

Andrei per coppie di parole.

Prima coppia: il limite e la sfida

Sì, perchè come scrive Giuseppe Pontiggia in Nati due volte (Mondadori, 2000)

In un’epoca dove si esalta la sfida fine a se stessa come superamento del limite (si) impone la sfida più importante che è la consapevolezza e l’accettazione del limite.-

Seconda coppia: la paura e il coraggio

Quello che non si conosce fa sempre paura, l’insorgere di questa emozione è un campanello d’allarme che ti dice -Stai attento.- In ultima analisi è utile ricordare un pensiero di Martin Luther King

– Un giorno la paura bussò alla porta, il coraggio si alzò ad aprire e vide che non c’èra nessuno.-

Terza coppia: il gesto e la parola

Il rischio del contagio mette a dura prova la prossemica e il nostro modo, tutto italiano, di salutare. Recuperiamo, allora, il valore profondo della parola: più parole vere e meno parolacce!

Quarta coppia: il tocco e la scrittura

Sì, in questi tempi forzatamente dilatati, oltre al tocco sugli schermi per i contatti con il mondo, riprendiamo insieme ai nostri figli il piacere della scrittura manuale. Scriviamo un diario di bordo perchè, come sostiene Luigina Mortari

alla radice dell’atto dello scrivere c’è proprio la volontà di trattenere le cose.-

Quinta coppia: il tempo e l’attesa

Pure la nostra pazienza è messa alla prova. Nelle situazioni di normalità spesso ci accorgiamo, ad esempio, di non essere più capaci di fare la “fila” (supermercato, stazione, poste …), ora siamo costretti a vivere tempi dilatati ai quali non siamo più abituati. Ci chiediamo -Quando finirà? Ce la faremo?- “Tempo al tempo”. Insieme possiamo farcela!

In fin dei conti, tutti, direttamente o indirettamente, stiamo facendo un viaggio iniziato inaspettatamente, ma che come ogni viaggio avrà un inizio e una fine.

L’auspicio è di arrivare alla meta, provati ma un poco migliorati, perchè “tutto andrà bene”!

Rinalda Montani

Tags

Può interessarti anche

Leggi anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
X